Home » Diocesi » informazione religiosa » L’astigiano Greco eletto nella delegazione regionale di Azione Cattolica

L’astigiano Greco eletto nella delegazione regionale di Azione Cattolica

Domenica 26 marzo si è svolta la XVI assemblea regionale di Azione Cattolica del Piemonte e Val d’Aosta con tema “Radicati nel Futuro, custodi dell’essenziale – per un’AC partecipe e responsabile”.
All’assemblea – che tenutasi ad Altavilla d’Alba con i rappresentanti diocesani di Azione Cattolica di tutte le 17 diocesi del Piemonte e della Valle d’Aosta nei diversi settori ed articolazioni – Adulti, Giovani, Ragazzi, Lavoratori e Studenti.
Nel corso dell’assemblea si sono eletti i componenti della nuova delegazione regionale di AC per il triennio 2017 – 2020, nonché i candidati della regione per il Consiglio Nazionale dell’AC.
Il delegato regionale  eletto, che rappresenta tutta l’azione cattolica piemonte-valle d’Aosta,  è Massimo Liffredo di Aosta.

Tra i delegati regionali è stato eletto, con l’incarico di amministratore, l’astigiano Roberto Greco.

Oltre alla relazione dei responsabili regionali, ci sono stati gli interventi monsignor Gabriele Mana, vescovo di Biella e delegato per i laici della Conferenza Episcopale Piemontese, di Marco Brunetti, vescovo di Alba, di Michele Tridente, vicepresidente nazionale di AC per il settore Giovani, di Silvano Loro Piana, segretario della Consulta per le Aggregazioni Laicali, il saluto di Renato Balduzzi, membro del CSM.

I lavori assembleari si svolti con un momento di verifica del triennio che si sta concludendo, la presentazione, discussione e votazione delle linee di lavoro dei prossimi tre anni, gli incontri dei responsabili Giovani, Studenti, Adulti, Lavoratori ed educatori dell’AC Ragazzi, inoltre è stato approvato un Documento che servirà come riferimento per l’attività futura a livello regionale e diocesano e per il dialogo con i Vescovi.

La giornata del 26 marzo, che si inserisce nel percorso assembleare che l’AC sta vivendo in tutta Italia e che culminerà a fine aprile con l’assemblea nazionale e la festa dei 150 anni dell’Azione Cattolica il 30 aprile in piazza S. Pietro con Papa Francesco, sarà anche l’occasione per lanciare la proposta che l’AC della nostra regione vuole rivolgere a tutti partendo dalle linee guida dell’Evangelii Gaudium.

B.F.