Home » Diocesi » informazione religiosa » Un presepe per Papa Francesco

Un presepe per Papa Francesco

unnamed2Natale, tempo di doni: il Gruppo Appartamento di Tipo A “La Metafora” dell’Incontro di Castello di Annone ha deciso di donare un presepe al Santo Padre.
Un presepe realizzato a mano dagli ospiti nell’ambito del laboratorio di manualità ed il laboratorio presepistico che dà loro la possibilità di sviluppare inclinazioni e capacità manuali.  Da circa 10  anni i ragazzi, coadiuvati dagli operatori, si cimentano nella realizzazione di presepi, partecipando alla Mostra-Concorso “Il più bel Presepe Astigiano” Premio G.Giraudi vincendo due edizioni nel 2005 e nel 2010 e conquistando un secondo posto nel 2007.  Vista la bravura, quest’anno si sono superati realizzando un presepe per il Papa, dopo che nel 2012 sono stati realizzati due presepi e donati a due scuole astigiane: la scuola elementare “Bottego” di Quarto d’Asti e la scuola elementare “Anna Frank” di Asti. In entrambe le occasioni, le realizzazioni sono state consegnate agli alunni durante l’ora i religione ed i ragazzi della “Metafora” hanno avuto modo di illustrare e descrivere direttamente le varie operazioni che hanno portato al confezionamento dei loro manufatti.  Per il presepe del Santo Padre, la scenografia e le statue sono state completamente realizzate e dipinte a mano e i vestiti dei personaggi sono stati cuciti utilizzando stoffe di recupero.  Molti i benefattori coinvolti nell’iniziativa: la “ Fondazione Cassa di Risparmio di Asti” e l’ “Asp” hanno reso possibile il trasferimento a Roma, i “Magazzini f.lli Bologna, la falegnameria “Rabioglio” di Castello di Annone e la falegnameria “Petruzzella” di Asti che hanno permesso di confezionare una teca per il presepe.  Anche per questa realizzazione i ragazzi e gli operatori hanno partecipato con entusiasmo, ma l’emozione più grande è stata la consegna del manufatto, unitamente al saluto entusiasta del Pontefice alla vista dello striscione “Cerea ne”, al Suo arrivo sul sagrato della Basilica, dove i pellegrini astigiani hanno avuto la fortuna di essere posizionati, grazie al lavoro organizzativo della Responsabile Rosanna Matteo.v