Home » Politica ed economia » economia » Piccola mobilità. Bossi (Confartigianato Asti): “Riconosciuti i diritti delle piccole imprese”

Piccola mobilità. Bossi (Confartigianato Asti): “Riconosciuti i diritti delle piccole imprese”

bossi“Le piccole imprese potranno finalmente vedersi riconosciuti gli incentivi per le assunzioni di lavoratori espulsi da altre imprese effettuate nel 2012, la cosiddetta piccola mobilità.
Un atto di giustizia per gli imprenditori ai quali le agevolazioni contributive assegnate per l’anno 2012 erano state bloccate nella prosecuzione degli sgravi per il 2013″.
Il direttore di Confartigianato Asti Giansecondo Bossi commenta con soddisfazione l’emendamento alla Legge di Stabilità, approvato dalla Commissione Bilancio della Camera, che sana la situazione degli imprenditori che hanno effettuato assunzioni agevolate entro il 31 dicembre 2012, assicurando per tali assunzioni, con adeguato finanziamento, la possibilità di godere degli sgravi contributivi previsti dalla legge 223/91.
“L’emendamento – aggiunge Bossi – ristabilisce i diritti e riconosce le legittime  aspettative degli imprenditori i quali, proprio grazie alla ‘piccola mobilità’, hanno potuto reimpiegare forza lavoro qualificata”.