Home » Primo Piano » appuntamenti » Una settimana di teatro, cinema, musica e dibattiti per conoscere la disabilità

Una settimana di teatro, cinema, musica e dibattiti per conoscere la disabilità

disabilitàUna settimana di proiezioni cinematografiche e di spettacoli teatrali legati da un comune denominatore, la disabilità da un motto “Che cosa non sai di me che ti voglio dire”. In occasione della giornata dei Diritti delle Persone con Disabilità, voluta dall’Onu il 3 dicembre, gli assessorati alle Politiche Sociali e all’Istruzione hanno scelto dedicare un’intera settimana per sensibilizzare studenti e semplici cittadini. Si parte il 1° dicembre con la proiezione dedicata alle scuole primarie del film “Alla ricerca di Nemo”, spunto per indurre a riflettere su disabilità e abilità (dalle 9 alle 12 in sala Pastrone); alle 21 al Piccolo Teatro Giraudi la compagnia Terapia d’Arte porterà in scena lo spettacolo “Il Congresso”.
Martedì 2 dicembre sempre in Sala Pastrone proiezione del film “Rosso come il cielo” destinato ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado; alle 21.30 al centro Giraudi di piazza San Giuseppe, la storica band “La locanda delle fate” proporrà il “Concerto per il Futuro”.
Mercoledì 3 importante convegno “Per una società inclusiva” ad Astiss, dalle 15 alle 19 saranno presentate le buone prassi di inclusione scolastica e sociale da Vincenzo Soverino, vice presidente Aisla. Interverranno Liliana Baroni, presidente nazionale dell’Associazione nazionale genitori di soggetti autistici, e Martina Gado, referente provinciale sostegno alla persona, e alcuni rappresentanti di altre associazioni e scuole.
Giovedì 4, all’Enofila, è previsto l’atelier “Che cosa non sai di me che ti voglio dire” (dalle 9 alle 14) un percorso a tappe dedicato agli studenti delle superiori, allestito con tecniche di teatro e simulazione per riflettere e ripensare i modi di considerare la diversità e la disabilità.
A chiudere la settimana, sabato 6 sarà il mercatino “Una Tale Solidarietà” organizzato dalle scuole all’Enofila e il cui ricavato sarà destinato a un progetto rivolto a minori disabili.
E già le associazioni che hanno condiviso la consuetudine a lavorare insieme parteciperanno da gennaio a un focus dedicato alla disabilità a scuola.