Home » Primo Piano » Dal Comune di Asti 80 euro per chi acquista una bicicletta

Dal Comune di Asti 80 euro per chi acquista una bicicletta

bicicletteL’Assessorato all’Ambiente di Asti punta sulla mobilità sostenibile: “Sono previsti incentivi per chi acquista biciclette elettriche e biciclette. Si tratta di misure finalizzate al miglioramento della qualità dell’aria e ad incentivare la cittadinanza all’uso di mezzi non inquinanti”, annuncia l’assessore Maria Bagnadentro.
Le agevolazioni sono state approvate nei giorni scorsi dalla Giunta e prevedono un contributo a favore dei cittadini astigiani di 80 euro per ogni bicicletta acquistata, di qualunque modello purchè da adulto, nuova di fabbrica, del valore di mercato non superiore a 400 euro.
Per accedere al contributo (che potrà soddisfare circa 80 richieste), i cittadini dovranno procedere all’acquisto di una bicicletta ciascuno, presso i seguenti rivenditori di Asti che hanno aderito all’iniziativa: Dream Team Corso Torino, 445; Piemontesina Corso Torino, 9; Speedy Bike Garage Corso Alessandria, 20.
La richiesta di contributo dovrà essere presentata, dal 10 al 20 dicembre, allegando la fattura di acquisto emessa da un rivenditore tra quelli sopra richiamati, presso il Servizio Ambiente in piazza Catena n. 3 – 3° piano.
Non potranno accedere al contributo i legali rappresentanti o delegati delle imprese rivenditrici delle biciclette, i dipendenti e gli amministratori del Comune di Asti o i loro coniugi o parenti di primo grado.
I beneficiari del contributo si impegneranno a non alienare le biciclette per almeno due anni.
Con il medesimo provvedimento, volto ad incentivare la mobilità sostenibile, è stata prevista l’erogazione di contributi anche agli hotel astigiani per l’acquisto di biciclette da mettere gratuitamente a disposizione dei clienti.
In questo caso il contributo erogato varrà per l’acquisto di biciclette personalizzate con i colori (bianco/rosso) e con il logo del Comune di Asti; una delle biciclette fornita agli hotel, sarà dotata di seggiolino omologato per il trasporto dei bambini.
Aggiunge l’assessore Andrea Cerrato:
“Quest’iniziativa è un ulteriore passo avanti verso una città più etica e sostenibile. Un segnale importante verso gli operatori turistici di Asti che devono aprirsi a nuovi mercati come l’open air, le famiglie e i giovani. Sempre più spesso i turisti italiani e stranieri scelgono Asti, ma chiedono servizi aggiuntivi oltre la semplice camera, soprattutto in estate. Il cicloturismo è poi indubbiamente un mercato in crescita e proprio per questo la Città di Asti e la Provincia di Asti stanno lavorando ad un pista ciclabile tra Asti e Casale che dovrà collegarsi alla VenTo, la ciclabile tra Venezia e Torino lungo le sponde del Po”.
Anche il presidente dell’Associazione Albergatori Luca Mogliotti, esprime soddisfazione per l’iniziativa: “Continua la collaborazione tra il Comune e gli albergatori e ristoratori di Asti e provincia. Dopo la convenzione stipulata a fine estate dove tutti gli alberghi astigiani, facenti parte dell’Associazione, hanno messo a disposizione le proprie camere a tariffe scontate per eventi sportivi come il campionato italiano assoluto di judo del fine settimana scorso, riempiendo pressoché tutte le strutture della città, si è raggiunto insieme un altro importante obiettivo: biciclette gratuite per i turisti che lo richiedono. Un altro importante traguardo raggiunto anche dall’Associazione che lavora su più fronti con l’obiettivo di creare con gli enti, le associazioni di categoria e l’amministrazione comunale, una vera città turistica.”