Home » Primo Piano » In corso Alessandria medie strutture di vendita e oneri di urbanizzazione per rifare il ponte e gli argini sul Versa

In corso Alessandria medie strutture di vendita e oneri di urbanizzazione per rifare il ponte e gli argini sul Versa

unieuro corso alessandriaLa giunta municipale ha approvato un protocollo d’intesa con la proprietà dell’area sita in corso Alessandria, tra le due rotonde che fronteggiano l’Unieuro, per definire il progetto che sarà inserito nel nuovo piano commerciale. E’ infatti intenzione dell’amministrazione sbloccare gli interventi edilizi nel tratto tra le due rotonde, per completare uno spazio oggi “incompiuto” e recuperare gli oneri di urbanizzazione che, anziché essere incassati dal Comune, saranno impiegati per rifare gli argini e il ponte di corso Alessandria sul Versa. Verrà così messa in sicurezza dal punto di vista idraulico l’intera area, che spesso viene allagata, con conseguente chiusura di corso Alessandria e danni ai capannoni produttivi. In base a questa ipotesi l’area commerciale classificata A3, che già arriva alla prima rotonda (quella della giostra del Palio), sarà estesa, per una lunghezza di 350 metri, fino alla seconda rotonda. In questo modo sarà possibile realizzare alcune medie strutture di vendita (alimentari fino a 900 metri quadri e non alimentari fino a 2500), tra il corso Alessandria e i fabbricati esistenti dell’Unieuro e del Catering.

“Questi interventi sono coerenti con la filosofia commerciale dell’attuale Amministrazione, – specificano il sindaco Brignolo, il vice Arri e l’assessore al commercio Parodi – che non ammette nuovi centri commerciali e grandi strutture di vendita ma incentiva le piccole e medie strutture e gli esercizi monomarca”.

Queste tipologie di negozi di medie dimensioni, infatti, sono di richiamo per una clientela di scala sovralocale (almeno provinciale) e hanno il vantaggio di non trattenere i clienti in una struttura chiusa come un centro commerciale, ma di incentivare chi raggiunge la Città per un acquisto specifico, a visitare (una volta soddisfatta l’esigenza principale) anche il resto del tessuto commerciale. Oltre ai lavori sul Versa, la società che realizzerà l’intervento si è impegnata a realizzare opere di urbanizzazione in eccedenza rispetto al dovuto, per un ammontare complessivo di 700.000 euro. La prima tranche di opere da 300.000 euro, che la società dovrà realizzare subito dopo l’approvazione del piano commerciale, sarà l’ammodernamento dell’ intero sistema di videosorveglianza con telecamere per la sicurezza della città.

“Vogliamo fare la nostra parte nella lotta alla delinquenza in città –spiegano Brignolo, Arri e Parodi- e, pertanto, abbiamo deciso di sostituire tutte le telecamere di sicurezza, collegate con Questura e Carabinieri, con apparati digitali ad altissima definizione e, soprattutto collegate a un software intelligente che agevolerà l’operato delle forze dell’ordine”.

Per evitare che gli agenti stiano bloccati davanti ai monitor per visionare le immagini, infatti, esistono dei software “intelligenti” che identificano condotte sospette (ad esempio persone o auto che stazionano per più di un certo tempo in un luogo sensibile, etc.) e lanciano un segnale che richiama l’ attenzione dell’operatore, che così si può concentrare sui monitor che riproducono condotte sospette e avvisare, se del caso, la pattuglia. Nel progetto è prevista anche la realizzazione di una sala operativa con i monitor presso la Polizia Municipale, che attualmente ne è sprovvista in quanto i monitor sono presenti solo in Questura e nella caserma dei Carabinieri.

“Il progetto è estremamente ambizioso, perché contiamo non solo di ammodernare tutte le telecamere esistenti, che diventeranno ‘intelligenti’ e ad alta definizione, ma anche di aumentarne il numero di oltre il 50%. Grazie al progetto Pisu, infatti, saranno collocate anche 28 nuove telecamere che si aggiungeranno alle 38 esistenti, così portando la città a un livello di copertura mai visto” spiegano sindaco e assessori. “Questo investimento importante per realizzare un’estesa, moderna e capillare copertura di viodesorveglianza è una risposta concreta ed efficace alla pressante richiesta di maggiore sicurezza avanzata dai Cittadini, proprio sulla base delle continue segnalazioni di episodi di delinquenza (furti, rapine, atti vandalici, ecc.) diffusi in Città”. Spiegano Brignolo, Arri e Parodi. I primi sopralluoghi sugli impianti di videosorveglianza che saranno rinnovati saranno effettuati dai tecnici già nella giornata di lunedì prossimo.