Home » Primo Piano » Tabaccaio ucciso per rapina: ancora caccia aperta ai killer

Tabaccaio ucciso per rapina: ancora caccia aperta ai killer

omicidio corso albaa2Sono comparsi i primi fiori di fronte alla tabaccheria di corso Alba, nella prima periferia di Asti, teatro ieri sera, venerdì 19 dicembre, di un tentativo di rapina sfociato nel sangue. Vittima il titolare della rivendita “Bacco Tabacco”, Manuel Bacco, 37 anni, raggiunto da due colpi di pistola mentre poco prima delle 19.30 si stava apprestando a chiudere il suo locale. All’improvviso un uomo armato ha fatto irruzione nel negozio sparando. La dinamica dell’accaduto è ancora al vaglio dei carabinieri del comando provinciale che si occupano dei rilievi. Il tabaccaio potrebbe aver reagito alla rapina, cercando di tutelare i due clienti e la moglie Cinzia che sembra fossero presenti. Fiori un altro malvivente a fare da palo, in un momento in cui corso Alba era molto trafficato. Dopo l’omicidio la fuga a bordo di un’auto in direzione di corso Venezia. I carabinieri hanno eseguito i rilievi trovando all’interno della tabaccheria due bossoli calibro 7.65 che potrebbero rivelarsi utili alle indagini. Fin da subito, poi,  sono stati istituiti posti di blocco e battute di caccia all’uomo che per ora non hanno dato i frutti sperati. Bacco, da anni gestiva la tabaccheria di corso Alba, prima appartenuta alla madre, scomparsa poco tempo fa.