Home » Scuola e università » Identità delle città medie: ad Astiss due giorni di dibattiti con docenti, sindaci ed esperti italiani

Identità delle città medie: ad Astiss due giorni di dibattiti con docenti, sindaci ed esperti italiani

IDENTITà DELLE CITTà MEDIE“L’identità territoriale delle città medie” è il tema al centro della due giorni di convegno organizzata dal Consorzio Asti Studi Superiori e dal Master in Sviluppo Locale, dal 26 e 27 novembre ad Astiss. I lavori sono stati aperti, ieri, da Cesare Emanuel (Rettore Università del Piemonte Orientale), Michele Maggiora (Presidente Asti Studi Superiori), Salvatore Rizzello (Direttore Digspes Università del Piemonte Orientale) Benedetto Meloni (Direttore Scuola di Sviluppo Locale Sebastiano Brusco), Maria Luisa Bianco (Università del Piemonte Orientale).

La giornata si è sviluppata attraverso i dibattiti, aperti dall’intervento di Carlo Trigilia, già ministro della coesione economica e docente dell’Università di Firenze, che ha presentato i risultati della ricerca sull’identità delle città medie. Lo spunto che ha suscitato le reazioni dei relatori che si sono susseguiti si è generato intorno al dilemma fra “città produttrici di sviluppo e città consumatrici incapaci di creare sviluppo, quali sono e come si possono definire città medie?”. Gli interventi sono stati dei docenti dei master Paolo Perulli, Daniele Pennati, Luca Garavaglia, Angelo Pichierri, a cui è seguita la tavola rotonda su L’identità territoriale e l’economia di un territorio in rete con la partecipazione di Paola Malabaila (Presidente Unione Industriale di Asti), Claudio Bruno (Direttore  ASCOM Confcommercio di Asti), Giuliano Viglione (Direttore Associazione Commercianti Albesi), Mauro Ardissone (Presidente Confesercenti di Asti), Armando Dagna (Segretario Uil Asti – Cuneo), Umberto Fava (Direttore Lamoro Agenzia di Sviluppo Langhe Monferrato Roero).

In serata la delegazione ha  partecipato ad una visita guidata alle collezioni d’arte della Pinacoteca Civica presso Palazzo Mazzetti e alla successiva cena presso Palazzo Gazzelli di Rossana.

 

I lavori sono proseguiti oggi (venerdì) con il focus conclusivo di alcuni sindaci italiani: Fabrizio Brignolo Asti, Massimo Depaoli, Pavia, Davide Drei, Forlì, Maura Forte, Vercelli, Piero Fassino, presidente ANCI e sindaco di Torino.

Le conclusioni sono state affidate a  Patrick Le Galés (Sciences Po, Parigi), docente ed esperto internazionale sul tema “Final remarks on middle-sized cities in Europe”.

L’iniziativa accademica e scientifica di Asti è una diretta emanazione della Scuola nazionale di Sviluppo Locale “Sebastiano Brusco” che ha sede in Sardegna e  riunisce i docenti e gli allievi di master e dottorati di ricerca di atenei italiani. La prima parte si era svolta in Sardegna a Seneghe (OR) dal 22 al 24 settembre scorsi sul tema “Aree interne e progetti d’area.