Home » Sport » Ricco bottino per la Vittorio Alfieri Banca Cassa di Risparmio di Asti che chiude il week end indoor con tre titoli regionali

Ricco bottino per la Vittorio Alfieri Banca Cassa di Risparmio di Asti che chiude il week end indoor con tre titoli regionali

Ricco bottino per la Vittorio Alfieri Banca Cassa di Risparmio di Asti che chiude il week end indoor con tre titoli regionaliRicco bottino per la Vittorio Alfieri Banca Cassa di Risparmio di Asti che chiude il week end indoor con tre titoli regionali.
Il fine settimana appena trascorso era dedicato anche ai Campionati Piemontesi Indoor con le prove di velocità e ostacoli a Bra e i concorsi (alto e asta) al palasport di Aosta.
A Bra una Alice Puppo già in forma si mette al collo il titolo regionale promesse sui 60hs con il tempo di 9.75 che le dà il personale sulla distanza e il terzo posto a livello assoluto.
Sempre negli ostacoli il master Roberto Amerio corre in un buon 9.67 che gli assegna con ampio margine il miglior tempo a livello master.
Sui 60 piani il migliore della Vittorio Alfieri è sempre Elia Marchisio, anche se ancora appesantito dal duro lavoro invernale: per lui 7.30 in batteria e 7.31 in finale, tempi non molto lontani dal personale di 7.20 di un anno fa. Approda alla finale anche il neo allievo Niccolò Li Santi con un deciso miglioramento del personale, dal 7.66 del 2014 all’odierno 7.41 in batteria, confermato poi dal 7.45 della finale.
Ad Aosta si segnala il 7.58 di sabato sui 60 piani per Marco Forlano.
La seconda giornata aostana regala due titoli di Campione Regionale Promesse ai giovani biancoverdi: Lorenzo Stratta, tornato alla Vittorio Alfieri dopo un anno al CUS Torino magro di soddisfazioni, fa una doppietta di medaglie d’oro vincendo il salto in alto con 1.73, per ripetersi poi nel salto con l’asta con la misura di 4.00 metri.
Sempre dal CUS c’è anche l’arrivo in biancoverde di Valentina Conversano, lanciatrice di buon livello allenata da Angelo Colasuonno. Il suo miglior lancio odierno di 10.95 nel peso le dà l’argento a livello Promesse, ma soprattutto la promozione agli imminenti Campionati Nazionali Indoor Promesse, il minimo richiesto era infatti stabilito a 10.60.
Ad Aosta c’era anche Elena Forlano che si conferma sui 60 piani (8.57 in batteria e 8.56 in finale) e nel lungo (4.73) con prestazioni molto prossime ai rispettivi personali ai suoi personali. Nel prossimo fine settimana Elena sarà impegnata a Padova nei campionati Italiani di Prove Multiple e ai primi di febbraio ad Ancona per gli individuali.

Infine, a Saronno, buon esordio per Annalisa Rasero che in una affollatissima gara di salto in lungo (78 atlete classificate) si piazza al nono posto con un secondo salto a 5.02.