Danilo Merlo nuovo delegato dei giovani Coldiretti Asti - gazzetta d'astiDanilo Merlo, 21 anni, di Monastero Bormida è stato eletto ieri sera, giovedì 27 giugno, delegato di Giovani Impresa Coldiretti.

Nella bella cornice di “Villa Basinetto” in strada Valle San Pietro ad Asti, l’assemblea provinciale composta da un centinaio di giovani imprenditori agricoli, di età compresa fra i 18 e i 30 anni, ha individuato la sua nuova guida: per il prossimo quadriennio Danilo Merlo riceve il testimone da Marco Melica di Buttigliera.

Nell’innovativa impresa agricola di famiglia in frazione San Desiderio di Monastero Bormida, Danilo Merlo si occupa del punto Campagna Amica e nello specifico dell’agrimacelleria. Con la sorella, i cugini, i genitori, gli zii e i nonni, fra cui il patriarca Franco, il giovane delegato provinciale di Giovani Impresa Coldiretti, è impegnato in una delle imprese agricole che hanno fatto della multifunzionalità il punto di arrivo. Su una superficie aziendale di circa 26 ettari fra le alte colline della Langa astigiana, trovano infatti posto 170 capi di razza bovina Piemontese, il toro Isidoro che garantisce continuità all’allevamento, 50 capi suini, un salumificio per ottenere insaccati tipici piemontesi, un macello con il bollo CE dove si lavorano 25/30 capi a settimana anche di altri allevatori,  lo storico agriturismo, un maneggio con cavalli, asini e pony, una fattoria didattica, un impianto a biogas per lo smaltimento dei liquami e la produzione di energia, alcune casette rustiche con tutti i confort per i soggiorni prolungati dei clienti e anche un grande forno per fare il pane e il laboratorio per le conserve.

“Ringraziandovi tutti per la fiducia accordatami – ha sottolineato Danilo Merlo al momento dell’investitura – sono felice di poter ricoprire questo incarico che, ovviamente, intendo portare avanti con l’aiuto e il contributo di tutti voi, facendo tesoro di quanto realizzato dal precedente Comitato provinciale guidato da Marco Melica che ringrazio per il suo impegno e la sua dedizione”. All’assemblea, coordinata dal punto di vista organizzativo dalla segretaria provinciale Sara Mazzolo, hanno preso parte il delegato di Giovani Impresa Coldiretti Piemonte, Dario Perucca con la segretaria Maria Chiara Bellino, il presidente provinciale Coldiretti, Roberto Cabiale con il  direttore Antonio Ciotta. Ed è stato anche il presidente Cabiale a ringraziare l’impegno profuso negli ultimi quattro anni da Melica e dal Comitato uscente, sottolineando come, oggi, Coldiretti abbia una strategia chiara e obbiettivi ben definiti dal grande progetto di “Una filiera agricola tutta italiana”, “senza dimenticare – ha sottolineato il Presidente – la crisi economica mondiale e i problemi che dobbiamo quotidianamente risolvere noi imprenditori agricoli, a cominciare dalle incombenze burocratiche che attanagliano il settore primario”.

“Dobbiamo puntare sull’innovazione – ha sottolineato il delegato regionale dei giovani Coldiretti, Dario Perucca – sforzandoci, proprio perchè siamo giovani, di portare nelle nostre imprese agricole quella carica di entusiasmo e di modernità che può aprire sempre nuove prospettive alla nostra attività”.

L’Assemblea, oltre alla nomina del delegato, ha provveduto al rinnovo del Comitato provinciale. Fanno ora parte del direttivo di Giovani Impresa Coldiretti Asti: Claudia Assoro di Cellarengo, Davide Bellero di Tonco, Andrea Rabino di Villafranca, Dario Ronco di Villanova, Federico Tanino di Cinaglio, Pinuccia Rizzolio di Monastero Bormida, Marco Rabezzana di Tigliole, Simone Perfumo di Nizza Monferrato, Claudio Ollino di Mongardino, Matteo Nespolo di Frinco, Francesco Negro di Calamandrana, Federico Merlino di Canelli, Daniele Majalis di Moransengo, Carlo Gallo di Montabone, Alberto Bersano di Moransengo, Francesco Maccario di Castelnuovo don Bosco.