Mancano poche ore al primo consiglio comunale della Giunta Brignolo. Questa sera alle 20 infatti il neo sindaco proporrà come ordine del giorno la modifica dello statuto di Asti per aumentare il numero degli assessori da otto a nove, una richiesta che deve essere approvata dalla maggioranza qualificata in prima lettura o assoluta in seconda. Una delega che ha già suscitato non poche polemiche dato l’incremento degli assessori che però hanno scelto di decurtare parte dei compensi per coprire la spesa del “nono uomo”. Per ora gli assessori certi sono quelli che rivestono ruoli tecnici, ossia Piero Vercelli, con delega ai Servizi Sociali, Massimo Cotto, assessore alla Cultura e alle Manifestazioni, Maria Bagnadentro, ai Lavori Pubblici, Santo Cannella, con delega al Personale e al Bilancio e Davide Arri, vicesindaco e assessore all’Urbanistica. Gli altri assessori che attendono, questa sera, l’ufficializzazione sono Alberto Pasta (delega all’Ambiente, al Palio e alla Legalità e Trasparenza), Mario Sorba (assessore alle Frazioni, al Trasporto Pubblico, alla Viabilità e alla Sicurezza), Andrea Cerrato (Agricoltura, Turismo e Sviluppo Economico) e Marta Parodi (delega allo Sport, alle Politiche Giovanili e del Lavoro e all’Istruzione).